Provincia di GROSSETO
 
  Compagnia   NOI DI MAREMMA



COMPAGNIA
denominazione NOI DI MAREMMA
via
comune Grosseto
cap 58100
provincia GR
rec. telefonici 0564.23805 - 328.3176304
fax
sito internet http://www.noidimaremma.it/
mail noidimaremma@virgilio.it



LA COMPAGNIA
storia ed identità

La compagnia Noi di Maremma nasce nel 1978 con lo scopo di portare sulle scene i modi, gli usi, i costumi e le vecchie tradizioni della Maremma grossetana, attraverso una ricerca storica di antichi valori umani e culturali scomparsi con il tempo. Quasi tutte le commedie sono state scritte dal gruppo che ha la caratteristica di recitare le proprie opere senza un preciso copione, ma seguendo un canovaccio e recitando a soggetto come nell’antica Commedia dell’Arte. L'ultima creazione "Quando il telefano ciaveva i fili" regala al suo esordio 3 premi nella manifestazione F.I.T.A. "Grosseto Ridens" nell'estate del 2005, come miglior commedia in assoluto, come migliore attrice protagonista (Luciana Tosti, detta "Argia") e biglietto d'oro per la maggior affluenza di pubblico.

1978- "Il telefono in casa Barocci", scritta dal gruppo. Siamo nel 1900, in un casolare maremmano. Alla famiglia Barrocci viene proposto dalla "Teti" (attualmente Telecom) di installare un telefono pubblico. Da qui nasceranno storie legate a tale novità, la quale a sua volta si intreccerà con altre già in piedi. Da precisare che a quel tempo venivano selezionate alcune case alle quali veniva data la possibilità di poter usare il servizio telefonico. Alla famiglia che accettava l’installazione veniva riconosciuta una parte del ricavato delle telefonate.
1981- "La casa del trenta (chi esce e chi entra)", scritta dal gruppo. Ambientata sempre negli anni della maremma povera, la commedia racconta la storia di una famiglia di paese in lotta contro la miseria. Era abitudine, in quei tempi, far "accompagnare" (ovvero sposare) i figli con persone benestanti anche se fisicamente non sempre di bell'aspetto. Ma naturalmente le cose non sempre vanno come si vorrebbe... Da segnalare in questa commedia la ricerca di nomi ormai non più in uso da anni, come Tonio, Finimola, Unito, Beppa….ecc.
1983- "La bottega del poro zio", commedia scritta dal gruppo. In una Grosseto degli anni '40, esisteva un palazzo chiamato "Dei Priori", del cui complesso faceva parte una bottega gestita da due sorelle e un fratello, di proprietà del loro zio. Alla morte di quest’ultimo sembrava che i padroni fossero diventati i fratelli. Ma purtroppo un giorno si presenta la seconda moglie dello zio rivendicando tale proprietà. Da qui nascerà ogni tipo di stratagemma per estrometterla, ma tutto è vano perché il palazzo "Dei Priori" di lì a poco sarà demolito. Il luogo dove si svolge la storia è di fondamentale importanza: durante lo spettacolo ne emerge un vivido affresco attraverso i dialoghi dei personaggi. Un’altra curiosità sullo spettacolo è il nome del personaggio di Luciana Tosti: "Argia" conserverà negli anni questo nome contribuendo a crearne la popolarità, così come è successo anche per il fratello "Vergilio".
1983- "Fatti e misfatti della vita", spettacolo strutturato in scenette comiche. Un esilarante susseguirsi di situazioni del vivere quotidiano che non hanno bisogno di particolari scenari; bastano un tavolo e quattro sedie con una vetrinetta, poi gli attori fanno il resto, con un intrecciarsi di battute e gestualità nello spirito della tradizione del vernacolo maremmano.
1988- "L'atumobile", di Enzo Giannini e Marco Moretti. Convinti dalla nipote, Argia e Vergilio decidono di comprare un'automobile. Da qui nascerà una vicenda che ruota attorno ai vari espedienti pensati per l’acquisto del mezzo, fra i quali l'aiuto chiesto alla vicina "impicciona"... senza però farle sapere più di tanto. Questa commedia ha visto l’entrata a far parte della compagnia del regista Enzo Giannini e dello sceneggiatore Marco Moretti. L’automobile prima di essere portata in teatro è stata realizzata come film (il primo di Argia e Noi di Maremma).
1992- "Bentornati da Parigi", commedia di Enzo Giannini. Con i soldi ricavati per l’acquisto dell'automobile nella precedente commedia, Argia e Vergilio vengono convinti nuovamente dalla nipote a fare un viaggio a Parigi. Ma venendo a conoscenza del progetto, Marietta, la vicina impicciona, convince Vergilio ad andarci con lei scappando durante la notte. Già ricca di situazioni comiche, il finale della commedia riserverà ancora colpi di scena.
Queste due ultime rappresentazioni vengono arricchite con musiche di scena eseguite senza dialoghi, improntate sulla recitazione degli attori.
1994- "Becchi e Bastonati", commedia scritta dal gruppo. Una satira sui cartomanti e i maghi che vediamo quotidianamente in TV e che ruota attorno a Argia e Santi (il figlio), improvvisatisi cartomanti per racimolare qualche soldo. In questa avventura vengono aiutati dalla vicina, la quale cura il vestiario e l’indottrinamento. Il finale è una sorpresa.
2003- "Quando il telefano ciaveva i fili", commedia scritta dal gruppo. Ispirandosi alla prima della commedia della compagnia allestita nel '78, Il telefano in casa Barrocci,  viene realizzata una storia ambientata nella Maremma del 1930. Un giorno alla famiglia di Argia viene chiesto d'installare un apparecchio telefonico. Da qui nasceranno intrighi e fraintendimenti tra i personaggi.
Dopo 10 anni di pausa la compagnia ritorna con nuovi elementi, lasciandosi alle spalle una pausa di altre esperienze e dissapori. Il gruppo ritorna alla ribalta con la rievocazione della prima rappresentazione per festeggiare i 28 anni di Noi di Maremma che gli varrà il primo premio assoluto alla rappresentazione organizzata dalla F.I.T.A., "Grosseto Ridens 2005".
2009 -  "Si so' spesi prima d'avelli"  nuova commedia in 2 atti
2010 - "Scenette comiche" uno spaccato di vita quotidiana tipicamente maremmana rigorosamente in chiave comica.


sac longchamp soldes , christian louboutin pas cher , nike air max pas cher , jordan pas cher , sac louis vuitton pas cher ,
The watch is powered by caliber replica cartier watches L678 which is a Valjoux 7751. It runs at 4Hz, has a 48-hour power reserve and features replica watches uk chronograph, date, moonphase and a 24 hour indication. The 12-hour counter is at 6 o’clock, the 24-hour indicator http://www.waxwatchreplicas.co.uk/replica-cartier-watches-sale-for-uk.html and the subdial for the seconds at 9 o’clock, as well as the 30-minute counter and the day-and-month display at 12 o’clock. The date is indicated by a half-moon central hand.

   

  PER UNA PIU' ESAURIENTE CONSULTAZIONE DEGLI SPETTACOLI RIMANDIAMO AL SITO WEB:
  http://www.noidimaremma.it/
   
   
REFERENTE 1
denominazione Luciana Tosti Pollini
qualifica presidente
via Unione Sovietica 63
comune Grosseto
cap 58100
provincia GR
rec. telefonici 0564.23805 - 328.3176304
fax
mail noidimaremma@virgilio.it
REFERENTE 2
denominazione Katia Chelini
qualifica vice presidente
via Unione Sovietica, 33
comune Grosseto
cap 58100
provincia GR
rec. telefonici 0564.454326 - 340.3126602
fax
mail noidimaremma@virgilio.it
     Affiliazioni: FITA

ottimizzato per 800x600 / 1024x768 - COLORI 65.536 - copyright Pupi e Fresedde 05/06 © - ottobre 2005 - design by creativalab.com