Provincia di AREZZO
 
  Compagnia   COMPAGNIA TEATRO POPOLARE DI SANSEPOLCRO



COMPAGNIA
denominazione COMPAGNIA TEATRO POPOLARE DI SANSEPOLCRO
via G.Buitoni n°7
comune Sansepolcro
cap 52037
provincia AR
rec. telefonici 0575 733486 - 3771142926
fax
sito internet http://in aggiornamento
mail teatropopolaresansepolcro@teletu.it



LA COMPAGNIA
storia ed identità
La “Compagnia Teatro Popolare di Sansepolcro” nasce nel mese di Novembre dell’ anno 2007 dalla volontà di portare la cultura teatrale popolare e dialettale "nelle mani e sulla bocca di tutti", dai bambini della scuola elementare, ai giovani e agli adulti di ogni estrazione sociale.
La compagnia è stata fondata dagli ex allievi del “Corso di Teatro Popolare” della Scuola Comunale di Teatro di Sansepolcro, diretta dall’ attrice e regista Caterina Casini . L’ idea è nata dal naturale evolversi di un cammino artistico iniziato sei anni fa all’ interno della Scuola Comunale, e fortemente incoraggiata sia dalla stessa responsabile della Scuola , sia dall’ Amministrazione Comunale di Sansepolcro.

Le esperienze di ciascuno dei componenti si sviluppano in luoghi e tempi diversi, ma tutte hanno trovato la loro maturazione all’ interno della Scuola da cui provengono; qui gli attori hanno appreso la capacità di saper gioire e di stupirsi anche nelle difficoltà, e frequentandola hanno trovato le giuste motivazioni per unirsi e fare Teatro insieme.
Caratteristica del gruppo  è quella di operare sulle tipologie e sulle strutture provenienti dalla tradizione delle “novelle”e del teatro popolare italiano che ben si compenetrano
  • compro replica orologi usati
  • con la cultura ironica e sarcastica del costume toscano, presentando testi a volte cattivi, a volte grotteschi,  in cui i personaggi  sono forti e sempre molto ben disegnati.

    Ciascuno dei componenti ha alle spalle molteplici esperienze sia nella recitazione popolare del 1900 che nella tradizione della Commedia dell’Arte del 1400 , grazie alle molteplici presenze alle varie manifestazioni organizzate per il Settembre Rinascimentale a Sansepolcro , sia per aver partecipato alla ricostruzione spettacolare di numerosi eventi storici quattrocenteschi nel territorio Valtiberino. Il primo lavoro realizzato dalla Compagnia nella sua veste ufficiale è però “Lo zzùccoro nn è pi’ somèri!” con cui il gruppo ha inaugurato la sua attività presentandosi ufficialmente
    alla propria città e alle varie associazioni presenti nel territorio. È giusto ricordare che,
  • fake horloges
  • nella sua breve storia, , la Compagnia Teatro Popolare di Sansepolcro ha contribuito a legare il nome di Sansepolcro a manifestazioni culturali anche di livello nazionale, riportando ovunque unanimi consensi e riconoscimenti di pubblico e di critica.


    2007 – Lo zzùccoro nn’è pi somèri scritto da Franca Neri (liberamente ispirato a “Sotto a chi tocca “ di Luigi Orengo. Regia Caterina Casini.
    Tre  donne della famiglia Rodolfi, originaria del Borgo, alla morte dello zio Rodolfo, emigrato in America, ricevono in eredità un cospicuo patrimonio, ma la fortuna dello zio spetterà a chi tra le tre cugine, “se sposerà e avrà n’citto per prima”. Questo fatto sconvolge la vita di una famiglia, creando situazioni esilaranti che si chiudono con il classico finale a sorpresa La storia e i personaggi di questo teatro,  psicologicamente elaborati pur senza perdere i tratti essenziali delle maschere dacui provengono,ben si compenetrano con la visione ironica e sarcastica del Teatro Popolare Toscano, e in particolare di quello di questo nostro gruppo specifico di lavoro che opera sulle tipologie.Commedia cattiva, a volte grottesca, dove i personaggi sono forti e molto disegnati,  impegnati a risolvere ciascuno a proprio vantaggio la situazione, mostrando la formalità piccolo-borghese di una Italia feroce ed affamata, in procinto di scivolare verso la Seconda Guerra..
     
    2008 – La prima nòte de nò:ze de l’Amelia scritto e diretto da Donatella Zanchi.
    Siamo negli anni 50 del 900 e nel piccolo 
  • audemars piguet aliexpress
  • paese di Sansepolcro la gente cerca di riprendere a vivere con serenità dopo gli orrori subiti durante la II guerra mondiale. La, ,  famiglia è il maggior punto di riferimento e  tutte le madri rimaste vedove cercano di dare alle loro figlie in età da marito la miglior collocazione possibile.Anche la mamma dell’Amelia, aiutata da alcuni parenti si impegna a trovare per la figlia un buon partito…ma la ragazza è un po’ sempliciotta e pur accettando la volontà della famiglia , non si rende conto della nuova vita che l’attende. L’epilogo delle  sue nozze fece molto parlare i Borghesi che per molti anni ne ebbero memoria e nelle sere d’inverno, la veglia accanto al focolare ne fecero argomento di conversazione con figli e nipoti, suscitando ilarità e buon umore.

     
    2009 – Ch’acecassi se nn’è vero scritto da Franca Neri (liberamente ispirato a “Quello Buonanima”di Ugo Palmerini.  Regia Caterina Casini.
    La casa di Rachele e Menco Bartolomei è immersa nel lutto più rigoroso per il suicidio della
    cognata Orsola, moglie di Bista, fratello di Rachele. Ricordata con affetto e devozione da suo marito, da sua cognata e dalla domestica Libera,  che hanno appeso a tutte le pareti i ritratti della defunta, non era invece riuscita ad entrare nelle grazie del cognato Menco che anche da viva provava poca simpatia nei suoi confronti…
  • montre rolex femme
  • Tra un andirivieni di personaggi incredibilmente originali , come la casiera Candora, i due vicini Giangiacomo e Betta, il tuttofare Tonino e l’ antiquario Lorenzini, , Sunta, nipote di Menco, riesce a scoprire la verità sulla povera estinta, consentendo così allo zio  di prendersi le sue rivincite. Ritmo, intenzioni, cuore, ironia; questo ho chiesto agli attori della Compagnia. Alle volte gusto del paradosso, ma non ho dovuto chiederlo. Ce l’hanno. Perché sono dei “maledetti toscani”.

    Ho chiesto di non perdere il cuore e di modellare il corpo, ho “inflitto” pance finte e nasi rossi durante le prove. Li ho spinti ad agire, reagire, insomma vivere la scena con la più grande naturalezza, come chiede Shakespeare.     

    2009 – La serva forestiera scritto da Donatella Zanchi.  Regia Franca Neri
    In tutte le case dove c’è molto da fare è sempre stato utile prendersi un aiuto. Le donne di servizio, negli anni 50 erano un lusso che non tutti si potevano permettere. La sora Maria, donna benestante, ebbe problemi di salute e fortunatamente trovò in breve tempo una brava ragazza timorata di Dio,  con buoni principi, che l’aiutò. “Mandata dalla Provvidenza” disse tutta la famiglia soddisfatta…Ma poi le cose presero una direzione inaspettata
  • cheap fake omega watches

  • 2010  – Mò v’arcònto cum’è ita de preciso    scritto da Donatella Zanchi .  Regia Caterina Casini
    I fatti riportati fanno parte della vita veramente vissuta nel Borgo.Chi ha vissuto nel periodo che va dagli anni 50 del novecento fino al giorno d’oggi,  saprà riconoscere persone e luoghi che fanno parte della memoria storica  della nostra cultura popolare. 
    I personaggi di Donatella Zanchi appartengono ad un verismo tutto toscano, un mondo crudo dotato sia di bonarietà sia di perfidia.  In questa prova gli attori della Compagnia di Teatro Popolare trovano altri caratteri,altri colori. Uno spettacolo in cui non abbiamo temuto la drammaticità dello scontro tra personaggi, ma anzi l’abbiamo usata per esaltare i contrasti tra comico e drammatico, per poter dare al pubblico maggiore verità. 
     
    2010 -  Fuggon tòtti…a vegliè ‘l mòrto!  Scitto da Michele Foni  adattamento e regia di Franca Neri. C’è il morto,  tutti piangono,  ma la vera cosa di cui sono interessati è solamente l’eredità. Piace molto anche al curato…            

    But what’s perhaps even more cool than how his watch looks is how it works. Now, you see that tube around
  • replique rolex pas cher
  • the skull – it’s a capillary tube filled with a liquid that moves to indicate the hours which is nifty. Sadly the watch doesn’t indicate minutes, but really if you own this watch do you care about the minutes?
    RALF TECH, a young brand, endeavoring to help young talents develop corresponds exactly to the brand philosophy; EUROFOMULA has built a strong organization to identify and help racing drivers of tomorrow with talent and potential to reach the top of motorsport. This is a heartfelt partnership!best electric unicycle

       

      PER UNA PIU' ESAURIENTE CONSULTAZIONE DEGLI SPETTACOLI RIMANDIAMO AL SITO WEB:
      http://in aggiornamento
       
       
    REFERENTE 1
    denominazione Giuliana Del Barna
    qualifica Presidente
    via G.Buitoni n°7
    comune Sansepolcro
    cap 52037
    provincia AR
    rec. telefonici 0575/733486 - 3332545261
    fax
    mail giulianadel2009@libero.it
    REFERENTE 2
    denominazione Begni Elisabetta
    qualifica vice Presidente
    via Ghandi n°28
    comune Sansepolcro
    cap 52037
    provincia AR
    rec. telefonici 0575/742687 - 3397252863
    fax
    mail michelebrumali@teletu.it
         Affiliazioni: UILT

    ottimizzato per 800x600 / 1024x768 - COLORI 65.536 - copyright Pupi e Fresedde 05/06 © - ottobre 2005 - design by creativalab.com